logo

17 anni di attività

Facciamo il punto: diciassette anni di attività

Samudra Insieme Onlus a sostegno e tutela delle persone post comatose e delle loro famiglie.

Che cosa si intende per post coma?

A seguito di un trauma cranico, un infarto o un ictus, il nostro cervello entra in coma, ovvero si mette in stand-by per poter riorganizzare le proprie risorse ferite.

Quando questa fase finisce, avviene il cosiddetto ‘risveglio’: la persona ritorna a nuova vita, pur con gradi di consapevolezza, capacità motorie o di pensiero differenti da prima, a seconda dell’entità del danno subito.

In particolare, si parla di tre piani di disabilità:

  • estrema, così come è stato definito dall’OMS lo stato vegetativo;
  • gravissima, ovvero lo stato di minima responsività;
  • grave, cioè tutte le altre patologie legate alle cerebrolesioni acquisite (disabilità motorie,   cognitive, comportamentali, ecc.).

A chi si è rivolta?

L’Associazione negli anni è entrata in contatto con oltre 260 famiglie:

  • Famiglie di persone in Stato vegetativo:    59%
  • Famiglie di persone con altre patologie legate alle GCA:   41%

Età Evento

Quali interventi?

  • contatto e richiesta di informazioni: 40%
  • interventi specifici*: 60%

*partendo da un incontro conoscitivo, o da una richiesta di informazioni, ogni intervento è stato successivamente costruito sulla base delle caratteristiche e delle necessità della singola famiglia.

Tale approccio si è rivelato funzionale nella creazione di risposte chiare, concrete e specifiche.

Tipologia:

  • supporto psicologico professionale: persone con GCA e loro familiari;
  • stimolazione cognitiva: percorsi ed interventi;
  • sollievo ai familiari: presenza di personale formato in loro sostituzione;
  • educatore a domicilio: affiancamento;
  • informazione: percorsi riabilitativi e centri;
  • accompagnamento e trasporto: strutture di degenza e domicilio

Come?

L’Associazione ha messo a punto e realizzato diversi progetti, con il contributo di privati, enti, istituzioni e Fondazioni  (Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, Fondazione Banca del Monte di Lombardia, ecc.) operanti sul territorio per interventi a supporto e soluzione dei bisogni primari delle famiglie.

 

Non solo famiglie: Post coma a 360°

Per operatori del settore:

  •  Corsi di aggiornamento e formazione rivolti a volontari, familiari, assistenti sociali e operatori sociosanitari sulle tematiche relative al post coma;
  • Creazione di un Albo di operatori sociosanitari con specifica competenza nell’ambito del Post Coma, a favore delle famiglie.

 Divulgazione e ricerca:

  • Stesura di articoli su riviste specializzate e testi informativi sul tema delle gravi cerebrolesioni acquisite;
  • Partecipazione a tavoli di lavoro in rapporto alle Istituzioni, progetti di ricerca di carattere nazionale (con Istituto “Besta” di Milano; AO Salvini di Garbagnate; ecc), stesura della “Prima Consensus Conference Nazionale delle Associazioni” sullo Stato Vegetativo.

 Rete e collaborazioni:

  • Reciproca collaborazione con RSA, centri riabilitativi e altre associazioni nazionali, quali ad es. “Gli Amici di Luca – Casa dei Risvegli” di Bologna, FNATC, ecc.
  • Ha inoltre operato in sinergia con altre Associazioni nel settore della disabilità, con il coordinamento delle Casa del Volontariato di Monza, per l’assegnazione di volontari attraverso il bando Servizio Civile Volontario.